I primi passi da compiere per sperimentare il Bondage con il proprio partner

| | ,

Le regole fondamentali per una vita di coppia perfetta non passano solo da temi come carattere e abitudini, una buona parte dell’essere felici con il partner è anche trovarsi bene dal lato sessuale. Se sei qui significa che hai deciso di scoprirne di più su sul Bondage e vuoi provare questa pratica con il tuo partner.

Forse nella coppia stava subentrando un po’ di noia da punto di vista sessuale e per non perdere la magia e ravvivare il desiderio perchè non sperimentare qualche nuovo gioco erotico?  Parliamo allora del bondage e di come approcciarsi a questa pratica.

Che cos’è il bondage?

Risparmoci  l’etimologia e andiamo subito al sodo. Il bondage è una pratica di sottomissione e costrizione fisica che porta una persona della coppia a dominare e l’altro ad essere schiavo del volere di chi è al comando. Esistono diversi stadi di bondage, quello soft sino a quello estremo, naturalmente sarete voi come coppia a decidere come approcciarvi e se lanciarvi subito nelle pratiche più restrittive.
Vi sono moltissimi accessori che si possono acquistare per provare questa pratica, ma se siete impazienti di provare allora è possibile anche qualche pratica dettata dal fai da te che vedremo insieme con tutti i relativi pro e contro.

Scegliere i ruoli della coppia

Come nella maggior parte dei giochi che si rispetti si deve per prima cosa decidere il ruolo di ogni partecipante. In questo caso è molto semplice perché essendoci sole due persone uno dei partner decide di dominare e l’altro di fare la parte più passiva della coppia. Se poi il desiderio dominante è di entrambi si può sempre decidere di fare diversi giochi o di praticare bondage più volte per trarre entrambi il massimo del piacere.

Il giusto luogo per sperimentare il bondage

Il luogo adatto è sicuramente quello dove la coppia è a proprio agio, dove siete sicuri di non avere alcun tipo di disturbo e che possiate avere il meglio da questa esperienza. Dal punto di vista pratico non serve che il luogo abbia qualcosa di particolare, certo se si ha intenzione di legare il partner al letto quest’ultimo diventa necessario. Parlando poi di arredamento esistono per giochi erotici legati al bondage dei complementi che si possono acquistare, ne è un esempio l’altalena dell’amore.

Si trova questo attrezzo che si appende alla porta e consiste in una serie di cinghie solitamente in finta pelle dove vanno inserite gambe e braccia. L’altalena si appoggia sulla porta che ne regge il peso della struttura e della persona. In pratica il partner che dev’essere schiavizzato rimane legato e costretto a mantenere una posizione dove la costrizione è massima dato che solo il dominatore può muovere le cinghie a piacimento.
Questo tipo di sex toys è reperibile nei sexy shop fisici ed anche online ad un prezzo ragionevole per togliersi lo sfizio di capire se può essere un buon alleato per le vostre pratiche di approccio al bondage.

I giochi erotici che non possono mancare

Per una sperimentazione come si deve è molto importante avere anche parlato di sex toys, che son sempre ottimi alleati per aumentare al massimo l’eros. Per il bondage ci si può davvero sbizzarrire, anche in tema abbigliamento. Una bella padrona con una tuta in latex è sicuramente un’idea molto eccitante per moltissimi partner. E poi non parliamo di dildo o vibratori, cinture falliche che possono davvero farvi entrare nel mondo della sottomissione e quindi che vi inoltrano nel bondage appieno.

Semplici regole da rispettare per sperimentare il bondage correttamente

Essendo pratiche costrittive è sempre bene prima di provare parlare in coppia per comprendere se vi sono paure e se è bene porsi dei limiti, perché a volte in preda all’eccitazione uno dei due può esagerare e quindi per l’altro non diventa piacevole.
Scegliete insieme luogo, oggetti e sex toys per divertirvi, controllando che siano tutti in sicurezza per evitare di farvi male e pensare solo a divertirvi insieme sperimentando il bondage.

Previous

Appuntamenti al buio – 5 consigli prepararsi al meglio.

Lascia un commento